Itinerario Napoli (centro storico)

Visitare il centro di Napoli è sempre un'esperienza unica.

Tra Piazza del Plebiscito e via Toledo,troviamo il centro cittadino,che ospita edifici monumenti e uffici.Il primo monumento che si incontra sopraggiungendo dal porto e' il catello Angioino Conosciuto anche con il nome di Maschio Angioino, è uno dei più famosi monumenti napoletani. I lavori per la sua costruzione iniziarono nel 1279 per sopperire alla inaguadezza delle più antiche residenze reali di Castel dell'Ovo e di Castel Capuano. Fu terminato nel 1284 ma ti tale edificio non rimane che la cappella Palatina, unica rimasta intatta dopo vari incendi e distruzioni .
Venne riedificato 1443 e nel 1800 prende il nome di "Maschio Angioino". Nel medioevo fu uno dei caposaldi del potere Angioino, Aragonese e Borbonico nei secoli. Oggi vi hanno sede alcuni uffici comunali, un museo civico e la Società napoletana di Storia Patria.

Successivamente al Maschio Angioino si incontrano Il teatro di San Carlo e i giardini del palazzo reale.
Il Teatro di san carlo: La lirica napoletana non può che averlo eretto a proprio tempio (quì venne rappresentata la prima di "Mosè" e "La Donna del Lago" di Gioacchino Rossini, e "Lucia Lammermoor" di Gaetano Donizetti"). Venne inaugurato nel 1737 e ristrutturato nel sec. XIX.



Di fronte l'entrata del teatro San Carlo c'e' l'ingresso,uno dei tanti,della famosa Galleria Umberto I,che venne inaugurata come simbolo della sistemazione Urbanistica di Napoli nel 1892. e che funge da tramite tra il Palazzo Reale con Via Toledo.

Tra via Toledo ed il porto sono ubicati molti uffici pubblici e privati chiese e conventi,tra questi ricordiamo:Le poste centrali,La Borsa,Il Municipio,ed il chiostro di Santa Maria La Nova.

Offerte Estate 2017 Campania, le migliori proposte al mare