Offerte Estate 2017 Campania, le migliori proposte al mare

La storia di Napoli

La storia di Napoli e tanto antica quanto articolata, l'origine del primo nucleo urbano dell'attuale città di Napoli risale al X secolo s.C., fondata dai Rodii con il nome di Partenope. Tra il VII e VI secolo a.C. i Cumani costruirono più a est Neapolis. La nuova città conservò lingua e tradizioni greche anche sotto il dominio romano, fu importante centro commerciale e residenziale, conteso - alla caduta dell'Impero - da Goti e Bizantini e, successivamente, dai Longobardi. Sotto il dominio di Bisanzio, Napoli attraversò un periodo di rinascita civile e culturale. Dal 1140 al 1266, governata prima dai Normanni e poi dagli Svevi, fu un'importante città del Regno che aveva il suo centro a Palermo. Divenne capitale nel 1266, con i sovrani angioini e poi con la dinastia aragonese. Dal 1503, per più di due secoli, fu il viceregno spagnolo. Una fase controversa, punteggiata da episodi di ribellione e interrotta solo brevemente da un governo austriaco. Con Carlo di Bornone, nel 1734, Napoli tornò ad essere la capitale di un Regno autonomo. Da allora, con gli intervalli della Repubblica Partenopea (1799) e del decennio francese, i Borboni governarono fino all'unità d'Italia.