Offerte Estate 2017 Campania, le migliori proposte al mare

La Campania nel 2014 stupirà tutti i turisti durante le vacanze nel cilento

Le offerte 2014 in Campania con tutte le offerte saranno ideali per chi ama il mare e la bellezza della natura

Le vacanze perfette si dice che non esistano, ma chi viaggerà in Campania nel 2014 potrebbe dirlo, infatti, questa regione vuole prendersi una rivinciata grazie alle numerose opere di bonifica delle spiagge e dei luoghi più ammirati da tutto il mondo.
La Campania per molti aspetti potrebbe essere considerata una vera e propria isola ecologica, un polmone di verde e di natura incontaminata posizionato al centro della nostra penisola.
Oltre che dei luoghi classici da visitare vorremmo parlare di una meta non molto conosciuta ma dotata di un fascino indiscutibile: l’Orto botanico di Napoli, vera perla di questa città spesso al centro della cronaca per un insano accumularsi di immondizia. E' un giardino storico fondato nel 1807 da un decreto di Giuseppe Bonaparte. In realtà il progetto venne approvato già dal re Ferdinando IV, ma poi fu costretto ad essere tralasciato a causa della rivoluzione napoletana del 1799. Esso fu pensato in base ad una organizzazione di tipo didattico- scientifico e fu poi aperto non solo a piante di tipo medico come le erbe officinali, ma anche a piante esotiche di ogni genere. La prima serra riscaldata fu costruita qui, nel 1818. Le aree sono divise secondo criterio un ecologico in: deserto, spiaggia, macchia mediterranea , torbiera e roccaglia.
E infine non possiamo dimentire il Cilento meno conosciuto, in particolare la cittadina di Ascea, dall’importante passato. La città di Velia, infatti, il cui nome greco era Elea, fu un grande polo culturale dell’antichità, sede della famosa scuola eleatica fondata da Parmenide e di cui fecero parte Zenone e Melisso di Samo. Ma i fasti del glorioso passato non finiscono qui: fino almeno al 62 d.C. ad Elea operò una fiorente scuola medica e di Velia furono i due grammatici Stazio e Palamede (II sec. d.C.). Nella metà del secolo scorso furono rinvenuti i resti dell’antica città all’interno del territorio comunale di Ascea ed oggi rappresentano una preziosa testimonianza per chi desidera coniugare una vacanza culturale alla vacanza balneare garantita dalla tante ed attrezzate strutture di Ascea e dal suo mare incontaminato.